Dal 1 febbraio 2014 il sistema di addebito automatico delle fatture in c/c bancario (RID – delega bancaria) è stato sostituito obbligatoriamente da un nuovo sistema europeo, denominato SEPA Direct Debit, in conformità ai requisiti tecnici e commerciali individuati dal Regolamento UE 260/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 14 marzo 2012 (che ha determinato i requisiti tecnici e commerciali per i bonifici e gli addebiti diretti in Euro) e dal Provvedimento della Banca d'Italia del 22 Febbraio 2013 (che ha emanato, per l'Italia, le istruzioni applicative di detto regolamento).
In particolare, il nuovo servizio S.D.D. prevede un nuovo Mandato SEPA che sostituisce l'attuale delega R.I.D. per il pagamento tramite addebito su conto corrente dei servizi per cui è attualmente gestita tale modalità di pagamento.
La tipologia di Mandato SEPA che è stata adottata dall'Unione delle Terre d'Argine è il SEPA DIRECT DEBIT- SCHEMA CORE, ovvero quella utilizzabile nei confronti dei soggetti classificati come consumatori. In base al Mandato di tipo CORE il debitore che ritiene di avere ricevuto sul proprio conto un addebito errato ha 8 settimane di tempo dalla data in cui è avvenuto l'addebito per richiederne il rimborso direttamente alla propria banca. Nel caso in cui l'operazione non fosse stata preventivamente autorizzata il rimborso può essere richiesto entro 13 mesi.

Chi ha già attivato il Rid non è tenuto a compiere nessun particolare adempimento in quanto si è già provveduto alla trasformazione dello stesso in SEPA S.D.D.. Deve verificare con la propria Banca che gli addebiti SEPA sul proprio conto di pagamento non siano inibiti e solo nel caso in cui il servizio di addebito sia stato sospeso o modificato deve attivare il Servizio SEPA Direct Debit.

Chi non ha il Rid può attivare il servizio di addebito sul conto corrente bancario e postale che ora si chiama Servizio SEPA Direct Debit (S.D.D.), procedendo nel seguente modo:

  1. stampa cartacea del modulo "MANDATO PER ADDEBITO DIRETTO SEPA" che si trova in fondo alla pagina;
  2. compilazione del modulo da parte del soggetto "pagante" individuato al momento dell'iscrizione al servizio nell'intestatario delle fatture; il soggetto "pagante" deve risultare anche intestatario del conto corrente su cui effettuare l'addebito. Occorre allegare:
    • copia del documento di identità valido del sottoscrittore/debitore;
    • copia della testata dell'estratto conto del sottoscrittore/debitore dalla quale si evinca l'IBAN ed il codice BIC SWIFT del conto di addebito.

E' necessario compilare un modulo per ogni bambino che usufruisce dei servizi scolastici e per ogni servizio fruito;

  1. consegna del modulo compilato in ogni sua parte e completo degli allegati:
    • direttamente agli uffici scuola situati sul territorio dell'Unione delle Terre d'Argine durante gli orari di apertura al pubblico;
    • a mezzo posta elettronica agli indirizzi: pubblica.istruzione@terredargine.it, elisabetta.valentini@terredargine.it, cristina.cerretti@terredargine.it oppure posta elettronica certificata (Pec): pubblica.istruzione@pec.terredargine.it allegando un documento di identità valido del sottoscrittore.

Chi vuole modificare il conto corrente su cui è già attivo un addebito automatico SEPA S.D.D. (ex RID): procede nello stesso modo di cui sopra compilando e presentando il modulo con l'indicazione del nuovo iban del conto corrente su cui attivare l'addebito.
La sottoscrizione di un nuovo mandato costituisce revoca automatica di un eventuale precedente mandato che l'Ente abbia acquisito in riferimento allo stesso sottoscrittore/debitore per i servizi erogati.

Chi vuole revocare un addebito automatico SEPA S.D.D. (ex RID): procede nello stesso modo di cui sopra indicando l'iban del conto corrente finora utilizzato e barrando la casella "REVOCA".

In ogni caso, le fatture che risulteranno insolute daranno luogo all'attivazione delle procedure previste per il recupero del credito mediante sollecito bonario, provvedimento di notifica e successivamente iscrizione a ruolo coattivo. Si raccomanda pertanto di controllare sugli estratti conto bancari che gli importi dovuti per le fatture vengano regolarmente addebitati segnalando agli uffici scuola dell'Unione delle Terre d'Argine eventuali anomalie.
Per maggiori informazioni rivolgersi a:
- Uffici Scuola presenti sul territorio dell'Unione delle Terre d'Argine negli orari di apertura al pubblico;
- Ufficio bilancio del Comune di Carpi (059/649 844 – 893).

Documenti allegati:

file .doc Mandato per addebito diretto SEPA - (in formato .doc)

file .pdf Mandato per addebito diretto SEPA - (in formato .pdf)