Il Comune ha stanziato 62 mila euro in totale per incentivare rimozione e smaltimento

Si chiuderanno il 15 giugno i termini del secondo Bando per la concessione da parte del Comune di Carpi di contributi (62 mila euro in tutto) diretti ad incentivare la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti cemento-amianto presenti in edifici ad uso abitativo. Ricordiamo che quest’anno il meccanismo prevede un rimborso fino ad un massimo di 3.000 euro per superfici fino a 300 metri quadrati, incrementabile di 3.50 euro per ogni metro quadro eccedente questa quota; in entrambi i casi, tuttavia, il rimborso non potrà superare l’80% della spesa sostenuta e coprirà solo le spese per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto.
I contributi saranno assegnati ai richiedenti fino ad esaurimento della somma stanziata dal Comune e non possono essere cumulabili con altri contributi pubblici e/o agevolazioni fiscali per interventi edilizi sull’immobile, fatte salve, se applicabili, le detrazioni IRPEF. Entro un mese dalla scadenza del Bando il Settore Ambiente dell’ente locale definirà una graduatoria degli aventi diritto, dando la precedenza alle domande relative ad interventi su fabbricati ubicati entro un raggio di 150 metri da asili, scuole, parchi gioco, strutture di accoglienza socio-assistenziali, ospedali, impianti sportivi; secondariamente le domande saranno classificate in base all’ordine di presentazione.
Oltre a questa linea di incentivi il Comune ha confermato anche il rimborso, fino ad un massimo di 100 euro, delle spese sostenute per l’acquisto dei dispositivi di sicurezza (il cosiddetto ‘Kit amianto’) utilizzati dai privati cittadini che effettuano autonomamente e direttamente la rimozione di quantità modeste di manufatti contenenti cemento-amianto (fino a 360 chilogrammi, pari a circa 24 metri quadrati di lastre), conferendo poi gratuitamente ad AIMAG i materiali risultanti. Per questo contributo non si formerà una graduatoria, ma sarà assegnato agli aventi diritto fino ad esaurimento della somma stanziata (3.000 euro); queste richieste potranno essere presentare fino al 30 aprile 2017.

Per maggiori informazioni
La modulistica per le richieste di contributo può essere ritirata presso il Settore Ambiente, in via Peruzzi 2, o scaricata dalla Rete Civica Carpidiem.
Per qualsiasi chiarimento rivolgersi a Alberto Bracali (059 649140), Luigia Iacoviello (059 649061), Stefano Gavioli (059 649138).
e-mail: ,