Ai primi 25 in graduatoria i fondi dell’ente locale, per gli altri una soluzione dopo l’estate --Comunicato stampa n.191 del 17/7/2015

E’stato chiuso nei giorni scorsi a Carpi il bando per la presentazione di richieste di contributo a favore di coloro che vogliono rimuovere, da edifici di loro proprietà, manufatti contenenti cemento-amianto in quantità consistenti. 34 le richieste arrivate agli uffici del Settore Ambiente del Comune, per oltre 5600 metri quadrati di coperture da rimuovere. I contributi saranno assegnati ai primi 25 richiedenti in graduatoria, esaurendo così la somma totale stanziata dal Comune per questo tipo di incentivo (35.000 euro). E’stata data la precedenza alle domande (una decina) relative ad interventi su fabbricati ubicati entro un raggio di 150 metri da asili, scuole, parchi gioco, strutture di accoglienza socio-assistenziali, ospedali, impianti sportivi. Tra coloro che si sono aggiudicati il contributo ci sono otto condominii, alcuni dei quali di grandi dimensioni.

Ricordiamo che grazie a questo bando i cittadini possono usufruire di un contributo economico a parziale copertura delle spese relative alla rimozione e allo smaltimento; per ogni singolo intervento il rimborso ammonta all'80% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 3.000 euro.

“Questa iniziativa dell’ente locale ha avuto ottimi riscontri – spiega l’assessore all’Ambiente Simone Tosi – dando una risposta concreta a 25 richiedenti su 34: ma possiamo già ora assicurare che anche gli altri 9 soggetti in graduatoria potranno, dopo l’estate, grazie a nuovi fondi reperiti dall’amministrazione comunale, ottenere una risposta concreta”.