Investiti quasi 4 milioni di euro, previsti risparmi per due milioni e consumi dimezzati --Comunicato stampa n.171 del 24/6/2015

Via alla sostituzione di migliaia di punti luce a Carpi. La Giunta comunale ha dato l’assenso nei giorni scorsi al progetto definitivo di adeguamento alle norme Cei e di rifacimento dei vecchi impianti di illuminazione pubblica, per sostituirli con impianti ad alta efficienza luminosa. Il progetto è stato redatto dai tecnici dell’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena (AESS) nell’ambito del progetto ELENA. Con una spesa per le casse municipali di 3 milioni e 650 mila euro il progetto ha prima individuato in modo preciso tutti gli impianti esistenti: in totale sono 6367 i punti luce di proprietà del Comune (più 522 acquisiti dall’ente locale da Enel) e 155 i quadri elettrici che sono stati interessati alle verifiche. Il numero dei punti luce da sostituire dopo questi controlli è di 4158 (a vapori di mercurio, ioduri metallici o sodio ad alta pressione), posizionati nel corso degli anni scorsi in città e lungo le strade extraurbane (più 470 ex Enel). Sui restanti verranno comunque realizzati interventi di adeguamento tecnico.

“Una volta pubblicato, a breve, il bando di gara per aggiudicare i lavori – spiega l’assessore all’Ambiente Simone Tosi – vedremo avviarsi un progetto che consentirà non solo di diminuire sensibilmente i consumi elettrici (si stima di almeno due milioni di chilowatt/ora, circa il 46% del totale, grazie all’installazione di nuovi punti luce a Led) ma anche le emissioni di anidride carbonica e l’inquinamento luminoso, con l’utilizzo di apparecchi schermati per evitare la dispersione della luce”.

La spesa per l’adeguamento e il rifacimento degli impianti di illuminazione pubblica è inserita nel Piano triennale degli Investimenti 2015-2017 del Comune.